← back

La storia

Anni ‘70

In Italia sono anni di libertà, di trasgressione e di lotte politiche.
Esplodono la creatività e il desiderio di progresso a tutti i costi.
In questo contesto anche lo stile dell’arredamento cambia notevolmente,
diviene più semplice e al tempo stesso più funzionale.
Nel 1969 il laboratorio artigianale di Sante Vittorio Cester
si trasforma in un’impresa moderna: la Cesar Arredamenti,
una delle prime aziende italiane a produrre cucine “all’americana”,
ovvero componibili, versatili, dinamiche.
Nasce così Classico ’70, un modello che a forme ancora tradizionali
affianca moderni elettrodomestici.
E mentre negli USA si lavora alla messa a punto del primo mouse,
nello stabilimento Cesar si migliorano gli standard
di efficienza del processo produttivo, sempre più basato sull’interazione
fra operaio specializzato e apparecchiature tecnologiche.

 

Anni ‘80

È il decennio di un incredibile boom economico.
Nelle case entrano i primi computer, i Commodore 64,
e l’arredamento tiene il passo con la moda, intesa come look
e totale libertà di espressione.
Vittorio Sante Cester viene affiancato dai figli nella gestione dell’azienda.
Cesar si evolve e propone dei modelli che danno modo di esprimere
la propria individualità: come Elsi, una cucina
altamente personalizzabile grazie alla possibilità
di cambiare i pannelli delle ante, e Perla, libera nell’abbinamento dei colori
e nell’inserimento di vani a giorno nelle composizioni.
Da questo momento in poi, la personalizzazione del prodotto
diventa uno dei valori portanti della produzione Cesar.

 

Anni ‘90

Il Muro di Berlino è da poco stato abbattuto,
l’immagine assume un’importanza sempre maggiore,
ma non è più intesa come apparenza: ora l’immagine deve esprimere
il proprio essere e uno stile personale.
Anche in Cesar c’è fermento: per l’affermazione del proprio stile
e per la gestione della complessità.
Nel 1995 avviene il definitivo passaggio di testimone: la seconda generazione,
con Gina, Dante ed Emanuele Cester, assume la guida dell’azienda.
Si avvia la costruzione di una rete commerciale estera,
con una prima apertura sul mercato francese, spagnolo e greco.
La gamma Cesar conta più di 15 modelli di cucine e nel 1998 nasce Lucrezia,
il “programma” che moltiplica le possibilità di personalizzazione,
permettendo accostamenti creativi. Il “custom made”,
la creazione di arredi industriali fatti su misura per il cliente,
è sempre più un credo aziendale.

 

Anni 2000

Il Millennium bug non fa più paura, viene introdotto l’Euro,
Wikipedia, Facebook e YouTube entrano a far parte delle nostre vite.
Nel 2002 Cesar inaugura il suo nuovo stabilimento produttivo,
portando la superficie coperta da 10.000 a 20.000 metri quadri.
Il team si arricchisce di nuovi dipartimenti,
come l’unità Research & Development e il Servizio Clienti.
Inizia l’importante collaborazione con l’Arch. Gian Vittorio Plazzogna.
La sede storica dell’azienda vede realizzato
al suo interno un prestigioso showroom: su 1.500 mq viene presentata
tutta la qualità delle collezioni Cesar,
in un susseguirsi di modelli, finiture, design.
La moda è sempre più globale e mescola, con semplicità e buon gusto,
mondi vicini e lontani: in Cesar nascono Coco,
una cucina dal design lineare che si veste di equilibrati contrasti di materiali,
e Giò, un modello dal linguaggio fresco e di tendenza,
aperto a diverse esplorazioni creative.
Nel 2006 tutta la gamma cucine viene rinnovata nella modularità
ed è proposta, con ancora più forza, all’estero:
Cesar raggiunge New York, Mosca, Istanbul…
Nel 2008 si decide di compiere una scelta audace:
viene messa in produzione Elite, una cucina classica
e chic dedicata principalmente al mercato estero.

 

Anni ‘10

La comunicazione è globale e integrata:
l’iPad rivoluziona la fruizione dei contenuti multimediali
e modifica le abitudini di accesso al web, mentre i format
dei talent show sono esportati in tutto il mondo
ed i programmi televisivi e radiofonici iniziano a far sempre
più riferimento al pubblico dei social network.
Cesar propone, sulla base di un unico concept, Kalea e Kora:
due cucine all’avanguardia, i cui elementi si possono comporre come un puzzle.
La divisione contract Cesar si strutturata maggiormente
per rispondere alle richieste dei nuovi mercati internazionali,
con una gestione del progetto a 360 gradi, dalla fase di sviluppo commerciale
a quella tecnica, dall’industrializzazione del prodotto
alla sua messa in opera. Viene proposto al mercato C_Day:
il primo sistema d’arredo per la zona giorno, caratterizzato da una grande
libertà compositiva e da un taglio grafico preciso,
che crea composizioni dall’armonia estetica senza tempo.

 

Oggi

Oggi Cesar è una realtà di rilievo internazionale che continua
a mettersi in gioco grazie alla costante attività di ricerca e di innovazione,
mossa dalla passione di portare nelle case di tutto il mondo arredi funzionali,
innovativi e dall’inconfondibile stile italiano.
La storia continua…
logo_storia